Home
 
Tecnologia IMP Maldaner
Certificazione CERMET
IMPREGNAZIONE METALLI
CICLO DI LAVORAZIONE

Il nostro processo risponde pienamente ai requisiti delle Norme
MIL-STD-276A e MIL-I-17563B+C

Ricevimento materiale
Il materiale al momento dell'arrivo viene controllato visivamente per vedere se risponde ai requisiti del trattamento e cioè se risulta pulito, asciutto, esente da bave e trucioli, oltre che la rispondenza con la Ddt che lo accompagna. Viene quindi compilata la Scheda di Identificazione che accompagna il materiale in produzione; si allega infine la relativa Scheda di Produzione dell'articolo nella quale sono indicate tutte le procedure di lavorazione (modalità di carico del materiale nei cesti, regolazione dei parametri del processo, le specifiche esigenze del cliente nell'imballo del materiale, ecc).
Caricamento nei cestelli

Il materiale viene caricato nei cesti adottando tutti gli accorgimenti indicati nella scheda di produzione (quantità, disposizione, eventuali protezioni per evitare danneggiamenti).

Avviamento dell'impianto
L'impregnazione prevede un ciclo di quattro passaggi che complessivamente hanno una durata di 40 minuti circa. Il tempo di ciclo è di soli 10 minuti. E' questo il primo punto di forza della nostra tecnologia... "la rapidità". Il materiale dopo soli 40 minuti, a cui si devono aggiungere i tempi di carico/scarico dei cesti, è pronto per essere ritirato dal cliente. Nessun altra tecnologia ha dei tempi comparabili a questi.
APRI
Animazione interattiva
1° passaggio - Autoclave. Il cesto contenente il materiale viene caricato nell'autoclave e inizia la prima fase cosiddetta di "vuoto a secco" nella quale avviene l'estrazione dell'aria fino a raggiungere una pressione residua di 5 mbar (1 atm = 1013 mbar). Questo è il secondo punto di forza della nostra tecnologia. Nessun altro sistema arriva a raggiungere questi livelli di vuoto.
Successivamente, il cesto scende in automatico nella parte inferiore dell'autoclave dove si immerge totalmente nella resina liquida. Il vuoto di 5 mbar viene mantenuto ancora per alcuni minuti e si parla di "vuoto a umido". A cesto totalmente immerso, viene ripristinata la pressione di 1 atm nell'autoclave. La resina liquida, spinta dalla pressione atmosferica per un tempo prefissato, penetra nelle porosità del materiale.
  2° passaggio - Drenaggio. La resina che bagna i pezzi, viene recuperata per sgocciolamento. Per agevolarne il recupero e soprattutto per farla fuoriuscire dalle cavità e dai fori ciechi, il cesto viene sottoposto a continua e lenta rotazione. La resina si raccoglie sul fondo della vasca e viene riportata in automatico nell'autoclave.
  3° passaggio - Lavaggio. Mantenendo il cesto in continua rotazione, il materiale viene lavato adeguatamente con acqua a temperatura ambiente. In questo modo si elimina completamente tutta la resina liquida dalla superficie dei pezzi. Nelle microporosità la resina vi permane per capillarità.
  4° passaggio - Polimerizzazione. Il cesto, mantenuto sempre in rotazione per favorire l'uniformità del trattamento, viene investito da dei potenti getti d'acqua calda a 90 °C che riscaldando i pezzi provocano la rapida e completa polimerizzazione della resina contenuta nelle microporosità. Questa è una fase che dura solamente 10 minuti. Questo è il terzo punto di forza della nostra tecnologia. In soli 10 minuti avviene la totale e definitiva polimerizzazione di tutta la resina contenuta nelle microporosità. Non sono assolutamente necessari tempi di diverse ore per la 'maturazione' spesso consigliati da altre tecnologie. Con il nostro trattamento il componente impregnato può essere sottoposto a collaudo, anche particolarmente severo, fin da subito. Il tempo di qualche minuto per lasciarlo raffreddare.
Scarico dei cesti e imballo
Dopo il raffreddamento, il materiale viene imballato secondo le modalità richieste e avviato al magazzino prodotto finito. Contestualmente, viene apposto su ogni contenitore la copia della Scheda di Identificazione che viene consegnata al cliente. E' nostra consuetudine segnalare telefonicamente ai clienti che il materiale è pronto per essere ritirato.
 
Test di tenuta alla pressione effettuata su un testimone di alluminio sinterizzato, secondo quanto indicato nella Norma MIL-I-17563B+C. L'anello consente di verificare la conformità del ciclo di impregnazione eseguito.
NON
IMPREGNATO
IMPREGNATO
Garanzia sulla ripetitività
dei risultati
Tutte le fasi del processo sono gestite da un PLC. I controlli preliminari prima della messa in esercizio e durante l'esercizio dell'impianto sono codificati in specifiche chek-list che giornalmente vengono compilate dal responsabile di turno.

I tre punti di forza della tecnologia IMP Maldaner che noi utilizziamo hanno fatto si che la resina IM3000 sia stata omologata dalle maggiori case automobilistiche.

Il nostro rapporto può non fermarsi alla semplice impregnazione del materiale. Se richiesto, possiamo avvalerci della collaborazione di altri c/o terzisti, in particolare galvanici, in modo che la nostra clientela possa trovare a Padova un servizio completo per il loro prodotto.
 
STAMPA
MAION s.r.l. - 35010 Limena (PD) - IT - Via XXIV Maggio 6 - Tel. 049 8842661 - Fax 049 8847449 - info@impregnazione.com
C.S. 10200 euro i.v. - CF/P.IVA/Registro Iimprese n° 01127730297 - R.E.A. PD310114